Innalzamento limite contanti a 3000 Euro

10 Marzo 2016
|
Studio Necchio

Circolare n° 6 del 10 Marzo 2016

La legge di Stabilità per il 2016 (L. 208/2015) all’art. 1 comma 898 ha stabilito l’innalzamento ad euro 3.000 del limite massimo relativo al trasferimento tra soggetti diversi di denaro contante, libretti di deposito e titoli al portatore.

La disposizione in commento è entrata in vigore dal 1° Gennaio 2016. Da tale data, infatti, il limite per poter pagare in contanti risulta aumentato da euro 1.000 ad euro 3.000, eccezione fatta per il money transfer che rimane fermo al limite di euro 1.000.

Ne consegue che:

  • è possibile effettuare il pagamento in contanti per gli importi sotto tale soglia;
  • i contribuenti possono ricorrere a diversi strumenti di pagamento tracciabile ed alternativo al contante per il pagamento sopra tale soglia.

Si ricorda che, per chi effettua pagamenti in contanti superando la soglia, è prevista una sanzione amministrativa che può oscillare:

  • tra l’1 ed il 40 per cento dell’importo trasferito, se l’importo trasferito è compreso tra euro 3.000 ed euro 50.000;
  • tra il 5 ed il 40 per cento dell’importo trasferito, se l’importo risulta essere superiore ad euro 50.000.

Lo Studio rimane a disposizione per eventuali chiarimenti in merito.

 

Fonte: Normativa – Circolare Euroconference news

 

Circolare n. 6 del 10 marzo 2016

Condividi su LinkedIn
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi per mail
Stampa

Vuoi maggiori informazioni?

Vuoi ricevere aggiornamenti normativi
e partecipare ai nostri webinar?