Il DPCM del 26 aprile 2020 ha definito “lavoratori fragili” tutte le persone con più di 55 anni o affette da patologie croniche o con multi morbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, statisticamente associate, per esempio, a:

Rientrano nella categoria dei dipendenti fragili anche i lavoratori in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità (L.104/1992).

L’art. 83 comma 1 del DL n. 34/2020 impone ai datori di lavoro alcuni obblighi per tutelare maggiormente questi lavoratori.

Tutte le informazioni nella nostra circolare di Studio.

Fonte: Decreto Rilancio n. 34/2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.