LO SPUNTO DEL SABATO – ACCESSO A NASPI E DIS-COLL: CHIARIMENTI INPS SUI LIMITI DI ETA’ MASSIMA E MINIMA

24 Febbraio 2024
|
Studio Necchio

💡 LO SPUNTO DEL SABATO 💡

L’INPS ha pubblicato il 📄 messaggio n. 750 del 20 febbraio 2024, in seguito al parere reso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.
Nello specifico, l’Istituto ricorda che:
🔸 lo stato di disoccupato si riferisce a quei soggetti privi di impiego che 📣 dichiarano telematicamente la propria disponibilità allo svolgimento di un’attività lavorativa, nonché alla partecipazione alle misure di politica attiva previste dal centro per l’impiego;
🔸 le domande di NASpI e DIS-COLL per i collaboratori equivalgono a 📋 dichiarazione di immediata disponibilità.
Ciò premesso, nel messaggio INPS si riporta quanto precisato dal Ministero del Lavoro, ovvero che:
🔹 il limite massimo di età previsto dalla legge per l’iscrizione al Centro per l’impiego riguarda la sola iscrizione agli elenchi del collocamento mirato;
🔹 ai fini dell’accesso alle indennità di disoccupazione NASpI e DIS-COLL, ❌ non è richiesto alcun limite massimo di età per quanto riguarda l’iscrizione al collocamento ordinario, ma è ✔️ necessario il rilascio della dichiarazione di immediata disponibilità (DID)
Tuttavia, la legge n. 296/2006 fissa il limite minimo di età per l’iscrizione al collocamento ordinario al compimento dei 16 anni di età. Pertanto, l’accesso alle indennità di disoccupazione NASpI e DISC-COLL, ovvero il rilascio della dichiarazione di immediata disponibilità (DID), 🚫 non è consentito ai soggetti di età inferiore ai 16 anni.

🎓 Fonte: INPS, messaggio n. 750 del 20 febbraio 2024 🎓

Condividi su LinkedIn
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi per mail
Stampa

Vuoi maggiori informazioni?